800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Cercansi acquirenti per Villa Dalla Piazza a Foen

La vendita resa possibile grazie a un Comitato di associazioni e cittadini

Cercansi acquirenti per Villa Dalla Piazza a Foen

La vendita resa possibile grazie a un Comitato di associazioni e cittadini

Quando il volontariato si mobilita, i risultati sono garantiti. A un anno di distanza dalla raccolta firme e dal coinvolgimento di Luca Zaia da parte del Comitato formato da associazioni e cittadini di Foen, ecco la buona notizia: il via libera della Regione alla vendita di Villa Dalla Piazza. Non il traguardo finale, certo, ma un grande passo in avanti per l’auspicata “rimessa a nuovo” dello storico stabile di proprietà dell’Ipab (Istituto Pubblico Assistenza e Beneficenza) “Carenzoni Monego” che solo ora potrà finalmente essere alienato. Ma andiamo con ordine.

«Villa Dalla Piazza giace abbandonata da molto, troppo tempo», spiega Elio Sacchet in rappresentanza del Comitato. «Possiamo definirla il biglietto da visita della frazione per la posizione in cui si trova ed è un dispiacere vederla in degrado, attorniata da vegetazione. Inoltre parte del tetto sta crollando, mettendo in pericolo l’incolumità dei passanti. La strada in cui si trova è utilizzata per passeggiate ma anche per i residenti che si recano agli esercizi del paese, insomma rappresenta una brutta cartolina e anche un pericolo».

L’istituto “Carenzoni Monego” da tempo tentava di ottenere dalla Regione il diritto all’alienazione dello stabile che rappresentava un impegno per la sua manutenzione, già realizzata dall’Istituto sul lato nord dell’edificio. In particolare, nel marzo 2022, il “Carenzoni Monego” aveva presentato agli uffici regionali un’istanza di vendita di alcuni beni immobili facenti parte del patrimonio disponibile dell’Ente, tra i quali anche la villa di Foen; nell’istanza di autorizzazione all’alienazione l’Ipab ha dichiarato che parte del ricavato della vendita sarebbe stato utilizzato per realizzare alcuni lavori di ristrutturazione inerenti i fabbricati adibiti ai servizi istituzionali.

Sempre nel marzo di un anno fa il Comitato, composto da associazioni e privati cittadini, ha scritto alla Regione e, nel giugno scorso, si è interessata la consigliera regionale Elena Ostanel, che ha presentato un’interrogazione sul tema. In seguito, con delibera del 16 agosto, la giunta regionale ha così autorizzato l’Ipab alla vendita dell’immobile.

«Ora la speranza è che qualcuno si interessi, acquisisca lo stabile e soprattutto lo sistemi. Siamo consapevoli che questo sarà il passaggio successivo; ci vuole un appassionato della zona che abbia a cuore la cura di questo manufatto architettonico e il paese in cui si trova», aggiunge Sacchet. Per adesso dunque il Comitato si ferma, ma già è un successo. «Senza presunzione possiamo dire che l’intervento del Comitato per smuovere la problematica si è rivelato fondamentale. Il paese era davvero stanco della situazione, anche in ragione della pericolosità del luogo. Certo, il problema non è risolto ma ci sono ora tutti i presupposti».

Chi è particolarmente sensibile per far rivivere un “pezzo di storia” della comunità si faccia dunque avanti! Il paese di Foen gli sarà grato.

ARCHITETTURA E STORIA
L’immobile è pervenuto all’Istituto “Carenzoni Monego” a seguito di lascito testamentario della nobile famiglia Dalla Piazza nel 1925 ed è stato sede di azienda agricola fino all’ anno 1995. “Mancano in modo assoluto notizie sulla villa, mentre si ricorda che la proprietà era della nobile famiglia Piazza.

Si tratta di una piccola costruzione, con un corpo principale affiancato dai rustici, più bassi. La facciata verso mezzogiorno e la campagna, pur molto trasformata al livello del pianterreno, ripete lo schema tradizionale, con il timpano caratterizzato da una grande serliana tra i due grandi camini. La finestrona centrale ad arco del timpano ha un finto poggiolo disegnato a graffito nell’intonaco. Abbastanza singolare la lievissima irregolarità nei piombi delle aperture, sia per quelle del motivo centrale che per la finestra del primo piano sulla sinistra. Gli angoli della costruzione erano risolti con il finto bugnato dipinto. L’edificio dovrebbe essere del XVIII secolo, anche se la mancanza di precisi elementi stilistici rende incerta ogni attribuzione (Ville della Provincia di Belluno – Adriano Alpago Novello – Istituto Carenzoni Monego)”.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.