800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Case in disuso

un progetto per la valorizzazione abitativa e turistica

Case in disuso

un progetto per la valorizzazione abitativa e turistica

Presentato a Sospirolo, il 12 aprile scorso, il progetto “Primavera Casa”, poi proposto anche nei comuni di Cesiomaggiore, Sedico e Santa Giustina.
I promotori partono dal dato che, nel Bellunese, un’abitazione su due non è occupata. Eppure, pare impossibile per turisti e lavoratori trovare alloggio nei nostri paesi. In Valbelluna la situazione è leggermente migliore: una casa non occupata ogni tre (dati Istat, 2019).

«Il progetto vuole mettere in comunicazione chi le case le possiede e chi vorrebbe abitarle, cioè lavoratori e turisti», spiegano i promotori. «Per questo si propone di coinvolgere proprietari di case sfitte e di costruire assieme a loro una nuova rete di abitazioni accoglienti, che si aprano al turismo e/o alla presenza di lavoratori da fuori provincia».

Il progetto si rivolge ai proprietari di case non occupate in Valbelluna, che sono un onere per i proprietari in primis (per la manutenzione, per il fisco, per le utenze, ecc.) e anche per i comuni (minore attrattività turistica, minore gettito fiscale).

Si propone dunque un affiancamento ai proprietari per riaprire e mettere in affitto l’immobile. In una prima fase sperimentale verranno attivati servizi di consulenza per accompagnare gli interessati: ci sarà un team con molteplici competenze, messe a disposizione nel corso di un primo incontro individuale e nel sopralluogo, nella valutazione estetico-funzionale della struttura (standard di sicurezza, vademecum per affitto, consulenza di home-staging), nell’orientamento fiscale e burocratico – anche nell’ottica di scegliere tra affitto di medio lungo periodo o turistico –, nella realizzazione di fotografie e testi professionali, in un primo posizionamento dell’annuncio e nella promozione da parte della rete di sportelli turistici territoriali.

In un secondo momento, anche in base al numero di proprietari coinvolti, i partner di progetto potranno offrire servizi a pagamento per chi fosse interessato, tra i quali, a titolo di esempio: pulizie, portierato, cura del verde, traslochi, piccole manutenzioni, affiancamento amministrativo, contrattualistica.

Diversi i benefici: generare una rendita personale, combattere lo spopolamento, rivalorizzare un valore affettivo. Il progetto è realizzato con il sostegno della Fondazione Cariverona ed è ideato e partecipato da cooperativa sociale Società Nuova, Consorzio Turistico Dolomiti Prealpi, Isoipse Impresa Sociale, Acli Servizi srl, con il supporto di Odar e la consulenza di Etifor. Al momento è patrocinato dai Comuni di Sedico, Santa Giustina, Cesiomaggiore, San Gregorio nelle Alpi e Sospirolo, dove verrà attivata la fase sperimentale.

Per i proprietari interessati saranno attivati due sportelli di approfondimento, uno presso le sedi Acli (per questioni burocratiche), uno presso il Consorzio Turistico Dolomiti Prealpi (interesse turistico).
Per accedervi: 378 3012234 , michele@primaveracasa.eu

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.