800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Borse di merito per gli studenti di Sedico

Gli universitari premiati in memoria di Triches

Borse di merito per gli studenti di Sedico

Gli universitari premiati in memoria di Triches

Borse di merito in memoria di Beniamino Triches grazie al Comune di Sedico. Sono state consegnate, presso la sala conferenze della nuova biblioteca: si tratta di otto premi di laurea per un valore di 400 euro per i ragazzi iscritti al 1° o 2° anno delle facoltà di triennali o a ciclo unico e di due premi del valore di 500 euro per tesi a rilevanza locale.

La premiazione è stata allietata dalle splendide note del musicista emergente Teodor Stefan Florescu, che per l’occasione ha realizzato un vero e proprio concerto apprezzatissimo dal numeroso pubblico, e si è aperta con il saluto del vicesindaco Gioia Sacchet che ha ringraziato in primis la famiglia Triches per co-organizzare questo importante momento dedicato agli studenti universitari.

Beniamino Triches ha reso possibile proprio l’apertura della biblioteca civica; quest’anno lo ha ricordato Egidio Pasuch, per anni membro del comitato di Gestione della biblioteca stessa insieme proprio a Triches. Beniamino, nato nel 1935, a Milano ha lavorato per la casa editrice Feltrinelli. Proprio grazie a questo suo lavoro, nel 1989, una volta andato in pensione, è diventato l’anima di moltissime attività; molti libri sono stati donati proprio dalla casa editrice per mano di Beniamino, attivo in moltissime attività culturali del territorio. Cosa avrebbe detto, dunque, ai giovani? “Buttatevi! Cercate di fare del vostro meglio per il vostro futuro e non abbiate solo un interesse, circondatevi di interessi dandovi da fare su tanti fronti e su tante esperienze positive”.
I premiati sono stati per l’area sanitaria Martina Deon, per l’area scientifica Marco Campedel e Nicola Orlando, per l’area sociale Davide Brancher e Alessia Piazzi, per l’area umanistica Giulia Tegner, Melania Menegol e Bruno Garofalo. Premi speciali dalla famiglia a Mattia Nio De Biasi, che sta attualmente frequentando il conservatorio, e a Paride Basichetto per l’iniziativa “Sedico d’altri tempi”.

Premi per le tesi ad Alessando Pasuch, laureato in giurisprudenza, per la tesi “Amministrazione in montagna tra cooperazione e necessità di strategie d’area”, e a Nicolò Costa, laureato in filologia e critica letteraria con la tesi “Dazi e commerci nelle Alpi. Poteri, fiscalità e privilegi a Belluno nella seconda metà del ‘500”. Anche le note di Mattia Nio De Biasi e di Alessandro Pasuch, entrambi eccellenti strumentisti, si sono unite allo splendido concerto di Florescu. Menzione speciale a Maddalena Da Rozze che da poco ha ricevuto il titolo di Alfiere della Repubblica Italiana. Presente anche il già Ministro per i rapporti con il Parlamento Federico D’Incà che portò avanti la candidatura di Maddalena.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.