800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Autunno, tempo di ricordi

le proposte culturali del Circolo Elisa

Autunno, tempo di ricordi

le proposte culturali del Circolo Elisa

Fin dal giorno del suo insediamento il nuovo direttivo del Circolo Elisa ha voluto, e cercato, di aprire le porte dell’associazione a nuovi iscritti che potessero recare spunti e idee per dare impulso all’attività ricreativa. Il declinare dell’estate con le sue dinamiche un po’ frenetiche ha dato l’idea di proporre una serie di manifestazioni che potessero coinvolgere le varie età nel tema “Passato e Presente”, patrocinati dal Comune di Santa Giustina.

Per qualche ragione l’autunno ci ricorda degli anni che trascorrono, e abbiamo voluto ricordarli in modo concreto con qualcosa che suscitasse l’emozione del ricordo e al tempo stesso riuscisse a comporre un legame tra le varie età “Passato e Presente”, come logico preludio, si è aperto con un pranzo che ha proposto le vecchie portate realizzate con semplici ingredienti, che offrivano gli orti delle nostre valli al termine dell’estate.

La rassegna è poi proseguita con tre proposte ricreativo-culturali come il coinvolgente e simpatico intervento degli amici del gruppo “Noi che” di Sedico, che hanno ridestato atmosfere di un tempo non così lontano, ma che oramai il correre convulso dei nostri anni aveva fatto dimenticare.

Nella serata successiva è stato proiettato un bellissimo documentario su Santa Giustina negli anni 60 “Braghete-Braghete”, realizzato da filmati girati all’epoca dal maestro Alceo Dalle Mule, che ha visto la partecipazione di ragazzi giovani che hanno così potuto vedere con i loro occhi cose che sentivano raccontate dai genitori o nonni. Giorgio Fornasier, appena insignito del Premio San Martino, ha accettato di concludere questa serie di iniziative raccontando questi anni dalla prospettiva inedita ed affascinante di chi ha inanellato la sua vita sulle note di un pentagramma. A conclusione di quest’ultima serata, è stata offerta ai partecipanti l’oramai dimenticata posegnata che, con varie denominazioni, si presentava come il classico cibo di condivisione che nei cortivi diveniva mensa e ristoro anche degli avventori di passaggio che, nel rustico condividere badane, panoiòt e patate, diveniva ghiotta (non solo gastronomicamente) occasione per condividere e commentare l’anno che stava volgendo al termine.

Le serate hanno riscosso un confortante successo soprattutto per l’inedita presenza di pubblico giovanile che in queste serate d’autunno ha condiviso con i più anziani ricordi che man mano affioravano con rumore lieve di foglie che cadono.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.