800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Alpago Bike Funtastic

una chermesse internazionale di MTB con protagonista il territorio

Alpago Bike Funtastic

una chermesse internazionale di MTB con protagonista il territorio

Lamosano di Chies d’Alpago ha vissuto un’altra importante esperienza ospitando per tre giorni, a inizio luglio, un appuntamento importantissimo nel panorama nazionale e internazionale di Mountain Bike. La  “Alpago Bike Funtastic 2023” ha richiamato, infatti, nella conca oltre 850 persone tra atleti ed accompagnatori. 

Ormai l’Alpago, in particolare Lamosano, si distingue come territorio di eccellenza per ospitare grandi competizioni nella disciplina MTB, dopo i Campionati Europei del 2006 e 2015 e due Campionati italiani di categoria di cui l’ultimo nel 2019, un altro grande successo raggiunto grazie alla collaudata organizzazione della “Società Ciclistica Chies d’Alpago” presieduta dall’eclettico Paolo Zanon. Ad aiutare sicuramente la buona riuscita, il bel tempo che ha incorniciato come in una cartolina la bella Lamosano, e la grande partecipazione di atleti e dirigenti. 

Qual è il segreto che consente a un paesino come Lamosano di diventare il centro internazionale delle Bike?

«Impegno, passione per uno sport che meravigliosamente si sposa con gli obiettivi di ricettività del territorio, uno sport per famiglie all’aria aperta, fatto di passeggiate, percorsi che in Alpago ci sono per tutti i gusti – commenta il presidente Paolo Zanon – poi ci vuole professionalità nell’organizzazione, perché qui ci confrontiamo con società che lo fanno per professione; noi dobbiamo essere all’altezza delle grandi organizzazioni. Ci siamo riusciti perché da oltre 30 anni organizziamo eventi di questo tipo. Il format ha visto in questi tre giorni la gara spettacolare dei campionati italiani di “Short Track”, la tappa finale degli “Internazionali d’Italia”, circuito di “Cross Country” tra i meglio organizzati a livello europeo. Essendo una disciplina olimpica, hanno partecipato i più forti corridori italiani, da tutta Europa e non solo con arrivi da Kazakistan, Croazia, Sud Africa, Rodesia, Svizzera, Gran Bretagna, Francia perché – essendo una gara HC – assegna molti punti nella coppa del mondo, per il ranking mondiale. Infine, l’ultimo giorno una gara nazionale giovanile.  Il nostro scopo da sempre è quello di puntare i riflettori sull’Alpago grazie a queste iniziative, favorendo la conoscenza del territorio e il turismo. In questi giorni il Consorzio Alpago ci ha informato del tutto esaurito, tant’è che molti atleti hanno trovato ospitalità nei dintorni».

Un grande lavoro che coinvolge i tantissimi volontari delle varie associazioni, in queste occasioni unite per fare squadra, che hanno “stravolto” il paese costruendo due grandi passerelle che scavalcavano la strada, una come percorso di gara per rendere ancora più spettacolare la manifestazione, l’altra per rendere più funzionale la mobilità nel centro eliminando interferenze tra corridori e traffico. Un colpo d’occhio impressionante.

Anche l’Associazione Culturale Veses ha contribuito pubblicando nel dépliant ufficiale due percorsi di Mountain Bike nel territorio dell’Alpago.  

«Hanno vinto non solo l’Alpago, ma l’intera provincia di Belluno» conclude il presidente.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.