800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

40 anni dell’ANA di Mel

festeggiati con gli studenti

40 anni dell’ANA di Mel

festeggiati con gli studenti

Ci sono tanti modi diversi di fare scuola e sabato 2 ottobre per la secondaria Marco da Melo di Mel è stata, in quel senso, una giornata che ha offerto una lezione originale. Tutte le classi sono state invitate in piazza Papa Luciani per assistere alla cerimonia per il 40ennale dalla nascita della Protezione Civile ANA di Mel.

«In realtà non è stata una semplice celebrazione. Dopo aver assistito all’alzabandiera e cantato l’inno nazionale, presentati da Edoardo Comiotto, sono intervenuti il Sindaco Stefano Cesa, l’ex ministro Federico D’Incà e i vari presidenti della Protezione Civile che si sono succeduti negli anni. Tutti hanno sottolineato l’importanza della nostra presenza il motivo della quale è stato di avvicinare i ragazzi al volontariato, ai valori e allo spirito su cui si fonda l’operato della Protezione Civile.»
Caterina Cavacece e
Elthyanna Bizzotto

«I volontari hanno predisposto sei postazioni; cinque operative, in cui spiegavano ai ragazzi come le varie squadre operano in caso di emergenza ed una dove era possibile ripercorrere la storia della Protezione Civile sino ai giorni d’oggi. Per la nostra classe, la III B, la prima stazione è stata quella delle squadre antincendio dove ci hanno spiegato come si spegne un fuoco boschivo con le manichette e ci hanno permesso anche di provare; è stato molto divertente. Poi siamo andati a vedere come i cani addestrati trovano e salvano la gente sommersa dalle macerie seguendone l’odore; nella postazione del soccorso medico invece hanno illustrato la dotazione della “jeep ambulanza”, che può contenere una barella, e con la quale si possono soccorrere anche le persone che si trovano in territori fuoristrada. A metà mattinata i volontari hanno pensato di preparare per tutti la merenda: un gradito panino al formaggio o soppressa. Dopo la pausa, tutti insieme, seduti sulla gradinata della chiesa, abbiamo visto come si monta e smonta una grande tenda da campo. Da qui abbiamo continuato andando a vedere i droni, che si possono usare anche per cercare la gente e di seguito ci hanno spiegato la storia della Protezione Civile. Abbiamo concluso con il recupero di un ferito in parete per il quale servono corde statiche, moschettoni, discensori e tanti materiali che non conoscevamo.»
Aurora Rolt e
Samule Moriello

«Nella postazione del Nucleo Cinofilo abbiamo assistito ad una dimostrazione: un operatore, mentre il cane era lontano, si è nascosto; quando il cane è tornato, una volta liberato, è andato a cercarlo e trovatolo ha iniziato ad abbaiare per richiamare l’attenzione del suo istruttore.»
Sebastiano Da Ronch e
Endrid Ponik

«Siamo stati contenti di aver partecipato a questa celebrazione perché è stato un modo per avvicinarci e capire le attività del volontariato, quanto sia importante aiutare le persone che si trovano in difficoltà per catastrofi naturali, pur sapendo di rischiare la propria vita.»
Agnese Deola, Giulia De Mari, Lorenzo D’Incà e Vittorio Turetta

«L’idea della Protezione Civile di sensibilizzare un’intera scuola su quello che i volontari fanno per noi e per la comunità è stata straordinaria. La manifestazione mi ha aperto gli occhi su nuove strade che potrei seguire e fatto capire il loro impegno verso i giovani.»
Thomas De Gan

«È stato un pensiero davvero bello invitarci. Ci è piaciuto un sacco assistere alla dimostrazione di come sono stati addestrati i cani alla ricerca delle persone. Ringraziamo tutti per la grandissima pazienza.»
Ilaria Zanella e Malaika Zannoni

«La Protezione Civile ci ha fatto riflettere sul fatto che ancora qualcuno è disposto ad aiutare tutti, anche non essendo pagato, su quanto sia importante aiutare le persone in caso di necessità e ci ha fatto pensare all’importanza della solidarietà.»
Luigi Scarton e Jason Menel

«Pensiamo che sia stata un’ottima esperienza per tutti noi incontrare i volontari, conoscere il loro lavoro e come intervengono in caso di emergenza. Ringraziamo tutti i membri della Protezione civile e le Squadre Antincendio Boschivo per il duro lavoro che svolgono nel nostro territorio e in tutta l’Italia e per averci resi partecipi.»
Anna Colle e Alessandro De Bona

«Ho capito che queste persone tengono molto a quello che fanno e ci mettono il cuore; sono riconoscente per quanto fanno per noi. Quindi un grazie con tutto il cuore a tutti i volontari, non solo di Belluno, ma di tutta l’Italia.»
Aurora Rolt

«È stata una mattinata divertente e interessante perché ci hanno fatto vedere il tipo di interventi che fanno e perché ci ha permesso di avvicinarci al mondo del volontariato e della solidarietà.»
Mariachiara Moret e Gabriel De Gasperin

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.