800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

4 passi a zottier

dal vecchio ponte all’antico muro a sassi

4 passi a zottier

dal vecchio ponte all’antico muro a sassi

Percorrete la SP1 da Belluno e, un paio di chilometri prima di Mel, troverete un cartello che indica di svoltare a destra per raggiungere Zottier. Appena svoltato, vicino al vecchio ponte, potrete parcheggiare e iniziare un cammino che vi lascerà emozioni che sanno di antico.

Alle vostre spalle, lasciate pure l’edificio costruito a modo di villetta di “Via col Vento” e la sua “cassia” giapponese; sappiate solo che là c’era il “Bar delle Rose”, balera che per chi fu giovane negli anni 50 -60 da galeotta funzionò: nacquero infatti qui la maggior parte delle coppie e dei figli della Valbelluna. Proseguite in salita, lieve, fino ad un primo capitello davanti ad una casa di sasso, importante perché era la casa della Maestra e ora di suo figlio restauratore.

Svoltate a sinistra, per una stradina che vi porterà ad una fontana e poi giù alla località “Ai Mulini”. Un tempo, Zottier aveva ben quattro mulini lungo l’Ardo: ora la roggia è scomparsa ma sappiate che lì dove ora vive e lavora un artista internazionale – Valter assieme alla compagna scrittrice- un tempo si macinava il grano.

Tornate di nuovo a riprendere la strada maestra che infatti vi porterà, tramite una piccola salita denominata Cornera, ad un bivio davanti alle Scuole elementari. È il classico edificio di epoca post-fascista, solido, sobrio e oggi sede della Scuola di Musica e del Coro Zumellese, impreziosito dall’adiacente “Parco Sorriso”, un’area di svago in memoria di una piccola paesana falciata dalla malattia.
Volgetevi a sinistra e “in su” la spettacolare casa coloniale dei Cet, un tempo mercanti e ora imprenditori di vino e di ospitalità di alto livello, vi accoglierà con il cartello “Poggio Pagnan”. Merita sicuramente una sosta ma voi proseguite; da lì a 50 metri c’è una epigrafe in bronzo sul muro di una casa gialla ocra. Recita: “A Michelon Rosa, d’anni 39 morirà il 11-10-1911 marito e figli addolorati posero”. È un’epigrafe di un marito innamorato e disperato che commemora la moglie, morta – ahimè – al decimo parto e fa riflettere su quanto valessero i sentimenti romantici anche in tempi così duri.

Ma voi andate avanti perché si entra nella vera e propria “ Villa di Zottier”. Troverete sulla sinistra un edificio color vinaccia sbiadito. Quella era l’antica chiesa di San Giacomo, gli abitanti locali la conoscono come ex-scuola o dopo lavoro dell’Enel. In realtà, la chiesetta, sconsacrata dopo la prima guerra mondiale, è scrigno di affreschi appena successivi dell’epoca di Giotto: un’Ultima Cena e una Deposizione che meritano tutta l’attenzione di ogni intenditore d’arte. Per poterne godere, è comunque necessario concordare una visita tramite l’ Associazione “Il Feudo di Mel”.

Proseguendo, la strada di Zottier si fa più stretta e lascia intuire tutti gli archi e i cortili che un tempo la contraddistinguevano: tra demolizioni e restauri selvaggi, c’è ancora qualche scorcio che lascia visibili iscrizioni di fine Seicento. La Chiesa di San Tommaso, patrono del luogo, rischia di essere sottovalutata anche se invece ci son all’interno piccoli particolari interessanti e soprattutto aneddoti di come l’intera comunità contribuì per la costruzione della sacrestia.

Proseguite però pure lungo la stradina segnalata da cartello marrone “il Borghetto”. Forse non vi porterà al classico “borgo” come lo si intende tutti noi oggi e , chissà, vi converrà fermarvi prima: seduti comodamente sull’ antico muro a sasso, ammirerete l’immensa natura circostante e scorgerete, al di là del torrente “Art” , Villa Foscolo. Vi sentirete vicini e lontani da tutto. Ma respirerete un mondo veramente incantato.

Galleria Immagini

Hai bisogno di noi? Chiamaci al Numero Verde 800 038 499

Aut. del Trib. di Belluno n. 17 del 24.11.2000. Direttore Responsabile: Federico Brancaleone. Sede Legale: via Pulliere 19 Santa Giustina – Redazione: via Gron, 43 – 32037 Sospirolo (BL) – ITALY. 

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.